ADDIO A LUCA SERIANNI

La famiglia dell’Euclide e la redazione di Euclide News, rivolgono un doveroso pensiero al prof. Luca Serianni, la cui prematura e tragica scomparsa rappresenta una perdita enorme per il mondo dell’Università, della Scuola e della cultura più in generale. Di Lui conserveremo scritti e parole da tramandare ai nostri studenti. Conserveremo l’edizione del nuovo Devoto-Oli di cui ha curato gli aggiornamenti. Edizione da noi custodita per averla ricevuta come premio al termine dell’ormai noto concorso della Mondadori education che ci ha visti primi in Italia. Di seguito, un profilo del prof. Serianni:

Socio nazionale dell’Accademia dei Lincei, dell’Accademia della Crusca e dell’Arcadia, della Casa di Dante di Roma, vicepresidente della Società Dante Alighieri, direttore delle riviste «Studi linguistici italiani» e «Studi di lessicografia italiana», Serianni ha dedicato la sua vita al «culto» della «parola», scritta e parlata, affermandosi come uno dei più influenti linguisti italiani, autore di numerosi testi sulla grammatica che hanno fatto la storia recente della linguistica. Ha curato, a partire dal 2004, gli aggiornamenti del vocabolario della lingua italiana Devoto-Oli e dall’edizione del 2017 ne è divenuto anche coautore. L’ultimo evento pubblico a cui Serianni ha partecipato è stato il 6 luglio scorso a Firenze quando ha presenziato all’inaugurazione delle prime due sale del Mundi, il Museo Nazionale dell’Italiano, di cui era coordinatore scientifico, alla presenza del ministro della Cultura, Dario Franceschini. È stato il coronamento di un sogno culturale che perseguiva dal 2003 con la mostra «Dove il Sì suona», allestita proprio a Firenze e poi portata in giro per l’Italia. Studioso dai vasti interessi di storia linguistica italiana antica e moderna, Serianni ha scritto una fortunata «Grammatica italiana» (Utet), più volte ristampata (anche come Garzantina con il titolo “Italiano” nel 1997) e ha curato, con Pietro Trifone, una «Storia della lingua italiana» in tre volumi (Einaudi, 1993-94). Tra i suoi numerosi libri più recenti figurano: «Prima lezione di grammatica» (Laterza 2010), «La lingua poetica italiana. Grammatica e testi» (Carocci, 2009), «L’ora d’italiano» (Laterza, 2010), «Italiano in prosa» (Cesati, 2011), «Leggere, scrivere, argomentare. Prove ragionate di scrittura» (Laterza, 2013). Il suo volume è «Parola di Dante» (Il Mulino, 2021), in cui ha sintetizzato i suoi molti studi lessicografici e filologici sul Sommo Poeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Follow by Email
Facebook
Google+
http://euclidenews.altervista.org/addio-a-luca-serianni">
Twitter
INSTAGRAM