GRAZIE MR. RAIN !….E RICOMINCIO DA ME, TRA PILLOLE DI MUSICA, POESIA E PAROLE !

Fuori fa freddo, adesso
dentro di me lo stesso
A volte mi guardo allo specchio
Ma non vedo il mio riflesso

Forse sono io
Che non voglio guardare ma
Giuro che quando lo farò
Dentro non ci sarà più una persona a metà

Tutto quello che non provi
Questo il peso del cuore
Chi ha molto dentro poi urla in silenzio
Una lacrima cade ma non fa rumore

Quando dentro hai il deserto ogni cosa è un miraggio
Non credi più a nulla, l’hai detto tu
Per amare qualcuno ci vuole coraggio
Sì, ma per amarsi di più

E ora voglio ricominciare da me
Vi ho dato tutto quello che avevo dentro
Lo chiamo vuoto, sì, ma pesa lo stesso
Sembrava così semplice

Ora voglio ricominciare da me
Anche se ho paura di cambiare
Prima di salvarmi lasciami affogare
Sarà bello essere fragile

Questo mondo non fa per me
Forse un posto per me non esiste
Sono solo anche qui con te
Come se nessuno mi capisse

Forse sono io
Che non ho il coraggio di cambiare
Di sorridere e fingere di stare bene
Anche quando sto male

Il tempo apre ferite
Che non sempre richiude
Da una crepa esce il male ma
È da li che entra luce

Quando dentro hai il deserto ogni cosa è un miraggio
Non credi più a nulla l’hai detto tu
Per amare qualcuno ci vuole coraggio
Sì, ma per amarsi di più

E ora voglio ricominciare da me
Vi ho dato tutto quello che avevo dentro
Lo chiamo vuoto, sì, ma pesa lo stesso
Sembrava così semplice

Ora voglio ricominciare da me
Anche se ho paura di cambiare
Prima di salvarmi lasciami affogare
Sarà bello essere fragile

Ricominciare da me
Da me
Ricominciare da me
Da me

Ricominciare da me
Ricominciare da me
Da me
Da me

Mr. Rain

COMMENTO AL TESTO

Ricominciare da me” di Mattia Balardi, in arte Mr. Rain, viene pubblicata lo scorso febbraio nell’album “Petrichor”, ovvero quel particolare odore che la pioggia produce quando bagna la terra asciutta. In un’intervista Mattia afferma: “La vita ha i suoi alti e bassi, ci sono fasi diverse che attraversiamo tutti. Io amo scrivere musica e comporre, ma mi toglie anche molto, soprattutto il tempo per dedicarmi agli affetti, agli amici, ad altre cose che vorrei fare. Sostanzialmente è un album costruito attorno alla malinconia, ma con una sfumatura di speranza. Il fatto è che quando scrivo uso la musica come se andassi da uno psicologo. Non stavo bene.” Attraverso il testo della canzone l’autore racconta del suo momento di solitudine, dell’incapacità di trovare un posto nel mondo adatto a lui. È rimasto solo, ha dato tutto ciò che aveva dentro e si sente svuotato, ma alla fine vuole trovare la forza per ricominciare da . Nelle sue parole credo possano rispecchiarsi tanti ragazzi come me.

A volte sembra sia così difficile essere felici! Spesso sembra di essere totalmente sconnessi, come se guardassimo il mondo da fuori senza mai farne parte. Viviamo nell’era con più connessioni mondiali, eppure non basta una semplice ricerca su Google Maps per orientarsi e trovare la propria strada, continuiamo a muoverci senza sapere dove andare di preciso, girovaghiamo senza una vera e propria meta, rincorriamo sogni astratti, anche se non abbiamo la certezza che un giorno possano diventare reali, tentiamo di trovare un mondo che faccia per noi. Forse un posto adatto non esiste! Siamo in cerca di qualcosa che ancora non conosciamo. Ci perdiamo tra una delusione e qualche falsa speranza.

Alcuni, stanchi, smettono di cercare e iniziano a recitare una parte, si creano un’immagine, un personaggio… tanto qual è il problema? La persona che hai davanti vede soltanto ciò che tu vuoi far vedere, vede soltanto la maschera e non sa nemmeno chi sei, per questo devi mostrarti invincibile e collezionare trofei, ma quando piangi in silenzio scopri davvero chi sei e prima o poi le lacrime annegheranno te stesso. “Chi ha molto dentro poi urla in silenzio, una lacrima cade ma non fa rumore”. Puoi cambiare il tuo futuro, ma non ciò che eri. Il corpo cambia, ma la testa resta uguale. È solo questione di tempo. L’ansia è l’epicentro. Mentiamo a noi stessi per sentirci migliori. Ci sono delle volte in cui facciamo di tutto per ottenere ciò che abbiamo sempre desiderato, per poi scoprire che non è quello di cui abbiamo bisogno. Ho capito che le persone hanno mille sfumature, ma è sempre la persona a cui tieni di più che ti delude. Tutti abbiamo un filo che ci lega a qualcuno, ma la vita è imprevedibile e non sempre va per il verso giusto. Spesso i fili si intrecciano l’uno con l’altro e l’unica cosa da fare è… SPEZZARLI. A volte basterebbe cambiare il punto di vista e il mio… non è in asse. Per chi ha il caos dentro e il vuoto intorno, per chi è tutto ma vorrebbe essere abbastanza, per chi ha la testa che parla troppo, ma per fortuna il cuore è sordo, per i diversi che sono così normali:

vi auguro di trovare il coraggio di girare pagina quando le cose non vanno come dovrebbero, o semplicemente, come vorreste che andassero; di avere la forza di andare avanti; di poter ricominciare quando la vita non è dalla vostra parte, perché chi non ricomincia… inciampa; vi auguro la forza di conservare i momenti vissuti, che siano belli o brutti, ma di non vivere dentro essi.

Spesso ad un semplice “Come stai?” rispondiamo “Tutto bene”, ma non spieghiamo mai quel “tutto” e probabilmente, non sappiamo neanche cosa sia. Fingiamo di stare bene, quando in realtà non è così.

E come disse Alessandro Baricco… “Non siamo davvero persi, fin quando abbiamo da parte una buona storia e qualcuno a cui raccontarla”. I ricordi sono l’unica cosa che resta, l’unità di misura del tempo. Un passaggio della canzone recita: “da una crepa esce il male ma è proprio da lì che entra la luce”, ed è proprio vero: per poter guarire bisogna prima farsi male, ed è solo passando attraverso il dolore, la sofferenza, attraverso quel tunnel buio della vita, che alla fine possiamo vedere la luce.

Nessuno può scappare da sé stesso. E quindi, oggi…  ricomincio da me. E un giorno ne varrà la pena, forse!

Di Aurora Oliveri 2^ A ITLC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Follow by Email
Facebook
Google+
http://euclidenews.altervista.org/grazie-mr-rain-e-ricomincio-da-me-tra-pillole-di-musica-poesia-e-parole">
Twitter
INSTAGRAM