Con Unicef e Rotary si parla di abusi sessuali e disagio giovanile

elioUn appuntamento dedicato all’attività di prevenzione del disagio giovanile avviata dal Centro per l’Abuso Sessuale dell’Asp 5 in collaborazione con il Rotary Sud parallelo 38 e l’UNICEF e sostenuta dai Dirigenti Scolastici del territorio con particolare attenzione alle tematiche relative all’abuso ed alla violenza di ogni ordine e grado finalizzate al riconoscimento delle situazioni a rischio ed alle modalità per procedere ad eventuali segnalazioni. I relatori M. Squillace responsabile del C.A.S. dell’ASP 5 ed Elio Stellitano Primario del reparto di medicina interna dell’ospedale “T. Evoli” di Melito Porto Salvo hanno affrontato la tematica in questione coinvolgendo ragazzi e docenti. Le attività hanno fatto registrare la presentazione delle linee guida studiate secondo le varie competenze e specificamente indirizzate ai bambini, altre agli adolescenti e più tecniche per genitori e operatori del settore. L’attività sostenuta dal Rotary Reggio Sud 38° parallelo in un’attività progettuale finalizzata a prevenire contrastare le violenze e gli abusi si fregia anche della collaborazione dell’UNICEF con i suoi volontari della Taskforce per i minori .

Precedente Reclutamento allievi. Incontro con GdF e Carabinieri Successivo A Roghudi sulle tracce della storia